Amore duraturo: qual’è il segreto di un’unione longeva?

di Giulia Ferri Commenta

amore vero

Ero andata a trovare una coppia che aveva da poco festeggiato i 54 anni di matrimonio. Il marito è entrato a casa con gli stivali di lavoro sporcando di terriccio l’immacolato pavimento della cucina. Pensavo che la moglie avrebbe protestato e ho detto: “Certo, quegli stivali portano dentro un bel po’ di terriccio.” “Sì.” ha detto la moglie alzandosi per prendere la scopa. “Ma portano dentro anche lui.”

Shirley Scott

Certe volte non faccio a meno di pensare a quel vecchio detto della nonna “per conoscersi bene bisogna mangiare insieme un quintale di sale”. Avrete già capito che l’argomento di oggi è l’amore duraturo. Amore, quello vero e non inteso come avatica sopportazione di chi si condivide il letto girato di spalle. Esistono dei requisiti fondamentali per l’amore longevo e inossidabile?

Non ci credo che tutto si riconduce a un matrimonio o una famiglia. Ci dev’essere qualcos’altro e non credo che ci posso essere un test per capirlo. Affinità, medesimi interessi, sesso, chimica? Poi mi torna in mente quello quello che diceva mia nonna. Se è vero che per conoscere una persona bisogna mangiare insieme a questa un quintale di sale, allora inizierò a cucinare insipido in modo che ci vorrà più tempo per conoscersi. Perchè il segreto forse è non spegnere dell’amore duraturo è non spegnere mai quel pizzico di desiderio di conoscere l’altro.

Thank to Ambra
Photo Credit | Thinkstock photos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>