Pierluigi Bersani sui matrimoni gay: necessario un intervento, ma senza toccare la Costituzione

 
Lorena Scopelliti
17 maggio 2012
1 commento

Pierluigi Bersani intervista matrimoni gay

Pierluigi Bersani, leader del PD, interviene sul dibattito, sempre acceso e mai sopito, delle unioni gay: se Barak Obama ha dato prova di apertura e modernità sostenendo le unioni tra omosessuali, in Italia il discorso diventa ancor più spinoso e ostico, anche a causa dell’influenza (c’è chi arriva a parlare di ingerenza) del Vaticano e della Chiesa cattolica.

Un fatto è certo: se la Costituzione tutela ogni cittadino nei confronti delle discriminazioni, ebbene lo Stato dovrebbe garantire a tutti la possibilità di piena realizzazione di sè e della propria vita. Non farlo solo con alcuni soggetti vorrebbe dire che è lo Stato stesso, in prima istanza, ad assumere un comportamento discriminatorio.

In un’intervista rilasciata al giornale L’Unità, Pierluigi Bersani ha dichiarato che

Una regolazione moderna delle convivenze stabili tra omosessuali è un elemento di civismo, che un governo deve affrontare È chiaro che se la questione non verrà risolta da questo governo toccherà a noi farlo. Terrei fuori dal dibattito la parola matrimonio, che da noi comporta una discussione di natura costituzionale, al contrario di altri Paesi. Tuttavia dobbiamo dare dignità e presidio giuridico alle convivenze stabili tra omosessuali perché il tema non può essere lasciato al Far West

A smentire le dichiarazioni di Bersani, almeno nella parte in cui fa riferimento alla Costituzione, ci sono sentenze della Corte Costituzionale e della Suprema Corte di Cassazione, come ricorda Franco Grillini dell’Idv: secondo i pronunciamenti, infatti, è ormai radicalmente superata la concezione del matrimonio basato sulla diversità di sesso tra i coniugi.

Anche le associazioni degli omosessuali rispondono con cautela alle parole del leader del PD: non basta certo parlare di necessaria apertura e necessità di intervento sulla legislazione. Questo atteggiamento comincia ad apparire astratto e poco propositivo: c’è bisogno, invece, di proposte concrete che diano una spinta vigorosa a una situazione stagnante e dalla matrice retrograda. Londra e Berlino sono vicine e possono offrire un buon esempio, se solo si volesse coglierlo.

Photo Credit| Thinkstock

Articoli Correlati
YARPP
Matrimoni gay: la provocazione dello spot Renault Twingo

Matrimoni gay: la provocazione dello spot Renault Twingo

Succederà anche stavolta? La censura sarà il destino di questo bellissimo e poetico spot realizzato dalla casa automobilistica francese Renault per reclamizzare la nuova versione della Twingo? In un paese […]

Luxury Sposa & Casa: programma dal 21 al 23 ottobre 2011

Luxury Sposa & Casa: programma dal 21 al 23 ottobre 2011

Lo avevamo anticipato qualche mese fa e ora che è stato reso noto il programma della manifestazione fieristica Luxury Sposa&Casa si capisce perchè la kermesse di Cernobbio  è considerata una […]

Sposi senza veli e senza soldi

Sposi senza veli e senza soldi

Mentre fervono i preparativi per il matrimonio del secolo tra Kate e William, che sembra aver monopolizzato l’attenzione dei media e dei tabloid inglesi, ecco che l’altra faccia della medaglia […]

Matrimoni senza età: lei 87 anni, lui 49. Il Tribunale ha detto sì

Matrimoni senza età: lei 87 anni, lui 49. Il Tribunale ha detto sì

Un amore convinto e un matrimonio tormentato ancor prima di essere celebrato. Colpa dell’età. Lei ha 87 anni, lui 49. L’insolita coppia della notizia resa pubblica in queste ore aveva […]

Come organizzare un eco matrimonio

Come organizzare un eco matrimonio

Come organizzare il proprio matrimonio avendo cura dell’ambiente? Minimizzare le emissioni attraverso scelte sostenibili ed ecologiche è possibile, con un po’ d’attenzione e con le giuste informazioni su come organizzare […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1rossa

    Giustamente bisogna riconoscere i diritti gay,la questione del tema si tratta di civismo,neccessità tutela senza toccare la costituzione,apertura alle convivenze stabili.

    18 mag 2012, 14:22 Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Matrimonio gay nei fumetti: Marvel scatena polemiche - Sposalicious | Sposalicious