La Settimana Santa a Sorrento, tra spiritualità e folklore.

di isayblog4 Commenta

La Settimana Santa a Sorrento ha un sapore speciale. In realtà, durante il periodo pasquale è l’intera penisola sorrentina – da Agerola a Vietri – a essere interessata da processioni e riti religiosi affascinanti anche per i non credenti, grazie ai loro cerimoniali complessi ed emozionanti. Chiaramente, però, l’importanza di Sorrento all’interno del territorio si riflette anche sulle manifestazioni che si svolgono nel comune, e se vi trovate da queste parti nel periodo pasquale vi consigliamo di non perdere la possibilità di assistere agli eventi in programma.

Se tanti dei riti che si svolgono in zona si svolgono a partire dalla Domenica delle Palme (molto sentita, ad esempio, la cerimonia dello scambio con parenti e amici dei rametti di ulivo e palma benedetti), il momento clou si registra, comprensibilmente, con l’arrivo del Venerdì Santo. È in questo giorno, infatti, che Sorrento diventa teatro di due processioni di fama nazionale: quella bianca e quella nera.

La processione bianca, detta dell’Addolorata, è organizzata dall’Arciconfraternita di Santa Monica (i Cinturati), ed è formata da un corteo di incappucciati bianchi (da cui il nome) dotati di una cintura nera. Si svolge tra le ultime ore della notte e le prime dell’alba, alla luce delle fiaccole, e si dispiega nel centro storico della città. I simboli del martirio e la statua della Madonna Addolorata retta dai confratelli vogliono essere un richiamo al vagare della Madonna in seguito alla cattura di Gesù.

La processione nera, detta del Cristo Morto, è invece organizzata dall’Arciconfraternita Morte e Orazione e comincia la sera. Il simbolismo, in questo caso, rievoca il percorso della morte terrena di Cristo, con forti richiami a elementi quali la lancia, i chiodi della croce e i famosi trenta denari. Anche in questo caso i partecipanti reggono delle fiaccole, ma sono incappucciati con un saio nero.

Entrambe le processioni, come molte delle altre che prendono il via tra Napoli e Salerno, sono accomunate da cori e marce magistralmente eseguite, e hanno origini pluricentenarie. Avete voglia di prendere parte a un momento di cultura e spiritualità difficilmente replicabile? Cercate su siti come expedia.it alberghi o strutture ricettive in budget e iniziate a fare le valigie per il vostro viaggio in Campania!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>