Location per il matrimonio civile: le più originali in Italia

di anna Commenta

Alcune idee per rendere originale una cerimonia civile

Fino a poco tempo fa il matrimonio civile si poyeva celebrare solo all’interno della casa comunale del proprio comune di residenza o di un altro comune a cuisi faceva richiesta. Oggi però sono tantissime le coppie che desiderano sposarsi in luoghi più belli, davanti a un bel panorama o dentro un edificio storico. Così sono tanti i comuni che hanno pensato di offrire agli sposi la possibilità di sposarsi all’interno di edifici di interesse storico, castelli, palazzi o ville, ma anche giardini e parchi o ville comunali per un matrimonio all’aperto.

Molti comuni attrezzati con location molto belle dove poter celebrare il matrimonio civile ma se non riuscite a trovare il luogo che più vi piace, potete sempre sbrigare le formalità legali in comune con i vostri invitati e poi organizzare una celebrazione in presenza di testimoni, amici e parenti, che però sarà solo informale, e non ci sarà la firma di nessun atto pubblico. In questo caso le possibilità sono molte.

Ad esempio, potete affittare una villa privata dove organizzare cerimonia e ricevimento insieme. Un salone o un giardino saranno la location perfetta a seconda che vogliate celebrare il vostro matrimonio all’aperto o al chiuso. Secondo matrimonio.it c’è anche chi decide di sposarsi in moto nave o in battello su imbarcazioni che permettono di effettuare la cerimonia e poi l’intera festa con pranzo o cena e magari anche un tuffo alla fine. E c’è anche chi decide di sposarsi in funivia.
Spa, terme e altri luoghi di relax possono essere una valida alternativa se avete in mente una cerimonia intima a cui far seguire attimi di relax contro lo stress con un pacchetto completo di massaggi rigeneranti e percorsi termali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>