Scaramanzia: gli sposi che non è vero ma ci credono II parte

 
Giulia Ferri
21 novembre 2011
Commenta

sposa dita incrociate scaramanzia superstizione

Torniamo a parlare di scaramanzia nel matrimonio. Eravamo rimasti al lancio del riso e dell’usanza di regalare una palma d’ulivo alla suocera per garantire la pacifica convivenza.

Dopo l’uscita dalla chiesa, gli sposi sono acompagnati dagli amici, parenti e invitati con il corteo nuziale. Qui è usanza suonare il clacson ripetutamente. Quello che potrebbe sembrare l’intenzione di fare baccano e di attirare l’attenzione dei passanti è in realtà il riflesso di un’antica usanza di fare rumore per scacciare gli spiriti maligni.

Riguardo il banchetto, uno dei riti scaramantici di importazione anglosassone è quella di conservare una fetta di torta che verrà mangiata il giorno del primo anniversario di matrimonio. Questo garantirebbe alla moglie la fedeltà del marito. Secondo molti esperti fu proprio questa usanza a spingere i pasticceri inglesi a inventare il fondente di zucchero.
Una volta a casa, lo sposo deve varcare la soglia di casa con la sposa in braccio. Il suo significato è evidente: il marito promette di prendersi cura della moglie e di non abbandonare il tetto coniugale.
Un altro rito scaramantico molto interessante è che il letto della prima notte di nozze venga preparato da due ragazze nubili, simbolo di purezza, o in alternativa dalle consuocere.  La camicia da notte non può essere acquistata dalla sposa ma dev’essere un regalata.

Inoltre ci sono le superstizioni legate al matrimonio che richiamano la scramanzia in generale: di venere e di marte non si sposa e non si parte. Figuriamoci sposarsi di Venerdì 13! Forse è per questo motivo che molti sposi hanno deciso di convolare a nozze  l’11 novembre 2011 (11/11/11) soprattutto in Cina come abbandono della vita da single.

Date a parte, i giorni fortunati per il matrimonio sarebbero il mercoledì e il lunedì. Il giovedì potrebbe portare dispiaceri alla sposa, il sabato non è considerato un giorno fortunato e di domenica non ci si sposa perché è il giorno dedicato al Signore.

Articoli Correlati
YARPP
Scaramanzia: gli sposi che non è vero ma ci credono

Scaramanzia: gli sposi che non è vero ma ci credono

Siete scaramantici? Ci sono tante usanze legate alla superstizione riguardanti il matrimonio. Oggi vi spieghiamo come arrivare all’atare senza che il fato ci sia avverso. In primis bisogna indossare qualcosa […]

Comunione o separazione dei beni. Quale scegliere? II parte

Comunione o separazione dei beni. Quale scegliere? II parte

Ieri abbiamo avuto modo di discutere sulla comunione legale dei beni, il regime patrimoniale “tipico” del matrimonio. Ma c’è un’alternativa che avevamo già annunciato e che riguarda la titolarità individuale, […]

Organizzare le nozze con la checklist – parte II

Organizzare le nozze con la checklist – parte II

Ieri abbiamo iniziato a programmare il matrimonio ed eravamo arrivate alla scelta dei fiori per tutte le destinazioni utili, bouquet, auto, chiesa eccetera. Oggi riprendiamo dalla musica, che non può […]

Organizzare le nozze con la checklist – parte I

Organizzare le nozze con la checklist – parte I

La checkilist. Questa è una parola inglese che tradotta in italiano vuol dire “lista di verifica“. Come si applica alle nozze? Sono certa che lo sapete già! La checklist permette […]

Foto matrimonio: Sposalicious intervista Morris Moratti II parte

Foto matrimonio: Sposalicious intervista Morris Moratti II parte

Dopo la prima parte dell’intervista al fotografo bresciano Morris Moratti di Foto Pop Art, continuiamo questa piacevole conservazione sul mondo della fotografia e in particolare degli album matrimoniali. Queste le […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento