Sposaitalia Collezioni 2012, bilancio della fiera

 
Marina
27 giugno 2012
Commenta

Sposaitalia 1 Sposaitalia Collezioni 2012, bilancio della fiera

La popolare edizione della fiera che si svolge a Milano si è chiuso on un aumento del 2% di compratori, un risultato che supera il già ottimo risultato ottenuto l’anno scorso. Ma chi sono stati i buyer, cioè i compratori? Molti italiani, ma anche una bella percentuale di stranieri.

Se molti compratori italiani arrivano a Sposaitalia alla ricerca di collezioni estere e della possibilità anche solo di dare uno sguardo a quanto viene prodotto e disegnato dagli stilisti degli altri paesi, molti stranieri arrivano per acquistare firme italiane.

Il made in Italy riscuote ancora tantissimo successo. È da sempre sinonimo di qualità, eleganza e classe e possiamo dirlo, i nostri stilisti sono davvero spettacolari. Ci offrono sempre stupende collezioni. A sfilare in passerella 29 linee, ma nell’insieme erano 154 collezioni ad essere rappresentate in fiera.

Le regioni italiane che rappresentano i bacini produttivi d’eccellenza per questo settore bridal sono la Calabria, la Sicilia e la Puglia che scelgono Sposaitalia come vetrina per portare al vasto pubblico le collezioni.

La fiera, durata quattro giorni, ha permesso di vedere circa ottomila modelli di abiti da sposa e sposo, più accessori e quanto altro gira attorno al mondo delle nozze. I visitatori stranieri erano in larga misura da Francia e Spagna, ma anche da Hong Kong.

photo credits | ufficio stampa Fiera Milano

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento