Sposarsi in Sardegna

 
Missunderstanding
19 agosto 2010
1 commento

sposarsi sardegna Sposarsi in Sardegna Dopo aver scoperto le meraviglie del matrimonio in Puglia per sposi in cerca di location, ci occupiamo oggi della Sardegna, isola che offre panorami naturali di ineguagliabile bellezza e propone un matrimonio perfetto tra tradizione e modernità.

La Regione Autonoma della Sardegna è divisa in otto province, la cui struttura riflette delle pecurialità a livello di territorio e tradizione rimaste intatte nel tempo. Tra i paesaggi naturali di maggior rilievo ci sono la Barbagia, le Baronie, il Gennargentu, il Supramonte, il Mandrolisai, il Barigadu, il Sarcidano e il Goceano, che regalano a chi decide di celebrare in Sardegna le propria nozze scenari inconsueti ed angoli affascinanti.

Al Nord nei territori Occidentali location d’eccezione per un matrimonio diverso sono il Tempio di Monte d’Accoddi a Sassari o il nuraghe Santo Antine a Torralba. Chi sceglie questa parte della Sardegna per sposarsi non potrà non tenere in considerazione Alghero, perla di cultura e storia dall’influenza catalana. I territori Nord Orientali accolgono invece gli sposi che vogliono un matrimonio di lusso, sfruttando l’efficienza di una costa attrezzata com’è la Costa Smeralda, pronta ad accogliere sposi ed invitati con il suo ampio ventaglio di servizi a cinque e più stelle.

Al centro, i territori Occidentali conquistano con la dolcezza del paesaggio e l’azzurro della costa: lagune, insenature naturali, colline e boschi sono il paesaggio che faranno da cornice al matrimonio nella Provincia di Oristano. Nel cuore della Sardegna, nei territori Centrali, in un paesaggio che spazia dalla montagna alla pianura, dalle cascate ai laghi, sono custodite le tradizioni più antiche della Sardegna: tra danze popolari e dipinti murali, chi sceglie di sposarsi nel Barigadu, nella Barbagia, nel Goceano, nel Mandrolisai potrà offrire agli invitati un ampio buffet ricchissimo di prodotti enigastronimici serviti direttamente dalla tradizione.

Al Sud, i territori occidentali dell’Iglesiente, del Campidano e del Sulcis, raccontano la storia delle miniere, e custodiscono preziosi reperti archeologici, come la chiesa romanica di Santa Maria di Uta. I territori Orientali accolgono gli sposi che si dichiarano amore eterno a Cagliari, la città porta dell’isola e che scelgono la parte più verde della Sardegna, tra la Trexenta e le scogliere del Sarrabus.

Photo Credits | Cristianocani su Flickr

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

Trackbacks & Pingback
  1. Sposarsi in Sardegna, il matrimonio Mauritano - Sposalicious