Idee per un addio al nubilato a tutto relax, spa e tea party

di Valeria Marco Commenta

addio nubilato

Tradizione molto recente – fino a qualche tempo fa questo rito di passaggio era riservato esclusivamente agli uomini – l’addio al nubilato deve essere una festa interamente dedicata alla sposa, ai suoi gusti e alle sue preferenze.

Ogni sposa deve avere il suo speciale addio al nubilato, e chi ha l’onore e l’onere di doverlo organizzare deve cercare di sorprendere e rendere felice la futura sposa prevedendo attività che la facciano sentire al centro dell’attenzione e che la aiutino a superare la tensione dei giorni prima del matrimonio. 

Lo scopo dell’addio al nubilato, infatti, non è solo il divertimento. La futura sposa sta attraversando una fase molto delicata della sua vita e, nelle settimane che precedono il matrimonio, sarà anche particolarmente nervosa e indaffarata a mettere a punto gli ultimi dettagli della cerimonia e del banchetto.

Il compito delle amiche della sposa è di farle passare una giornata nella quale sia al centro dell’attenzione e possa, almeno per qualche ora, dimenticare ansia e stress. Cosa c’è di meglio, quindi, di una giornata in un centro benessere?

Il centro benessere è solo una delle idee di addio al nubilato che si possono prendere in considerazione se si vuole organizzare un addio al nubilato rilassante, adatto a spose che stanno vivendo con particolare ansia l’addio alla vita da single. Una festa di addio al nubilato divertente e rilassante, potrebbe essere anche un tea party.

Fatto in casa o in un luogo apposito, il tea party è un addio al nubilato per spose che non amano i divertimenti sfrenati. Da fare nel pomeriggio, il tea party, tipico della tradizione inglese, è un modo divertente e anche economico per un addio al nubilato divertente e rilassante.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>