Diario di una sposa: anche Pinterest ha fatto la sua parte

di Lorena Scopelliti Commenta

diario sposa matrimonio pinterest

Sposarsi nell’era del Web 2.0 vuol dire parecchie cose, non ultima quella di avere a disposizione miliardi di informazioni, opinioni e fotografie che possono dare una grossa mano d’aiuto. Personalmente, durante la fase dei preparativi e dell’organizzazione, da buona amante delle novità dei social network ho spesso e volentieri dato un’occhiata a Pinterest: definirlo una vera e propria miniera di spunti e una fonte infinita d’ispirazione è praticamente un eufemismo.

Come funziona Pinterest? Semplice: prima di tutto, se non venite invitati, dovete chiedere agli amministratori il via libera per la registrazione. Dopo di che avete a disposizione il vostro spazio e le vostre lavagne (board) predefinite, sulle quali appuntare (in gergo, pinnare) le fotografie che più vi piacciono: potete anche crearne di nuove, secondo i vostri gusti e le vostre passioni. Io ho fatto proprio questo, creando alcune lavagne intitolate Bouquet, Abiti da sposa e Bomboniere. Pinterest è un’immensa vetrina attraverso cui mostriamo al mondo cosa amiamo di più, senza l’impiccio di status, fatti troppo personali e richieste di applicazioni fastidiose.

Ne è venuto fuori qualcosa di buono nel diffondere sul web (rendendolo visibile praticamente a tutto il mondo, nel caso di Pinterest) quali creazioni floreali e wedding dresses mi piacessero di più? Credo proprio di sì: alcuni scatti venivano re-pinnati (ossia pubblicati a loro volta) e ricevevano un numero di like maggiore degli altri: se si è indecise questo meccanismo di involontario apprezzamento può essere utilissimo ai fini della scelta finale.

Chi legge i Pin che pubblichiamo non sono i nostri amici, che magari a volte possono peccare in obiettività, ma un bacino di utenza vastissimo e sicuramente imparziale, che senza volerlo riesce a darci un giudizio abbastanza freddo e attendibile su molte nostre perplessità. Devo infine ammetttere che seguire molte boards mi è stato molto utile anche per prendere ispirazione sulla scelta del Tableu e sulle decorazioni in sala.

Photo credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>