Matrimonio Cassano – Marcialis: Sì a Portofino

di Giulia Ferri 3


In concomitanza con le fasi di qualificazione agli ottavi di finale dei Mondiali di Calcio 2010 in Sud Africa – conclusasi per gli azzurri nel peggiore dei modi con il rientro a casa e una pessima figura – Antonio Cassano, il grande escluso dal ct Marcello Lippi, ha convolato a nozze con la campionessa di pallanuoto Carolina Marcialis.

Antonio e Carolina hanno pronunciato il loro fatidico davanti a don Fortunato Romeo nella chiesa di San Martino a Portofino alle ore 17:30 del 19 giugno 2010.

Per Lei, in ritardo di 10 minuti come ogni sposa che fa attendere il suo promesso all’altare, un bellissimo abito firmato dallo stilista genovese Andrea Odicini.

Un abito semplice e lineare ma non senza particolari che ne denotavano la gran classe:
interamente bianco candido, tessuto liscio e taglio semplice, con le maniche corte con taglio centrale, lo scollo bordato, la rosa ricamata dietro la schiena e lo strascico lungo tre metri.

Un abito che rispecchia in qualche modo la bellezza semplice e pulita della campionessa di pallanuoto e suffragata dalle parole del presidente della Sampdoria Riccardo Garrone:

Questo è un matrimonio diverso rispetto a quelli di tanti calciatori: di solito i giocatori sposano modelle e gran belle donne. Antonio le ha avute tutte prima ed ora ha scelto una donna bellissima ma anche per altri motivi. Direi che è quasi un matrimonio in famiglia

Per Lui un abito classico, a pennello con il viso da eterno ragazzino che ha deciso di crescere (e magari di aver messo la testa a posto):

In completo blu con camicia e panciotto color bianco e cravatta in argento cangiante.
Orecchini e bracciale di brillanti.

Portofino è stata pacificamente invasa dalla tifoseria blucerchiata che ha esposto lungo il muro di cinta del castello Brown un mega striscione recante la scritta:
Cassano a vita? Sì lo voglio!!

La festa è continuata nell’ex Abbazia della Cervara, allietata dalla musica di Gigi D’Alessio.

In photo gallery alcuni scatti del matrimonio.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>