Guida al matrimonio perfetto, come organizzare il ricevimento a buffet

di Giada Aramu Commenta

matrimonio buffetFino a una decina d’anni fa, molte spose avrebbero storto il naso davanti alla possibilità di offrire ai propri ospiti un ricevimento a buffet: il pranzo di nozze, infatti, doveva essere obbligatoriamente ricco, lauto… ed eterno! Complice qualche ristrettezza economica, le coppie sembrano aver rivalutato la possibilità di un ricevimento a buffet, un’opzione che può rivelarsi soddisfacente sotto ogni punto di vista. Come? Seguite i consigli della nostra Guida al matrimonio perfetto.

Il ricevimento a buffet, opzione perfetta per la coppie che hanno a disposizione un budget ridotto e vogliono organizzare un matrimonio low cost, si rivela la soluzione ideale per i matrimoni organizzati in spazi aperti, zone verdi e tranquille in cui gli ospiti possano accomodarsi su sedie e piccoli tavolini e conoscere gli altri invitati o chiaccherare con amici e parenti.

Come organizzare il buffet di nozze? Il buffet di nozze dovrà essere organizzato in piccole aree ben distribuite ma non troppo distanti tra loro: le bevande potranno essere sistemate affianco al tavolo delle portate principali, mentre una postazione d’onore dovrà essere dedicata alla torta e allo spumante o Champagne in modo che tutti gli ospiti possano avvicinarsi al tavolo senza ansia e gli sposi possano vivere il momento del taglio della wedding cake in uno spazio esclusivo.

Cosa servire al buffet? Dopo aver scelto le zone del buffet di nozze e il numero di tavoli delle portate, non resta che concordare le pietanze. Le regole, credeteci, sono le stesse del menu del banchetto nuziale: tenete in considerazione le eventuali allergie dei vostri ospiti (chiedete al catering di indicare con colori diversi le pietanze dedicate agli intolleranti!) e preventivate numerose alternative vegetariane per gli ospiti che non gradiscono la carne o il pesce e per tutti coloro che, pur non essendo vegetariani, desiderano gustare qualche prelibatezza veggie!

Un ultimo consiglio? Pensate a dei segnabicchieri personalizzati che gli ospiti possano mettere sul proprio calice: nessun bicchiere sarà scambiato (o perduto) e gli ospiti potranno portare a casa il vostro piccolo cadeau!

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>