Matrimonio, relazioni durature sono salutari

di Marina 5

Matrimonio e relazioni durature al giorno d’oggi sembrano solo un miraggio, una fortuna di pochi, invece da uno studio fatto dall’università di Cardiff e pubblicato sulla nota rivista British Medical Journal sarebbero positivi per l’anima al punto di allungare la vita.

Non tutte ovviamente. John e David Gallacher partono dal presupposto che una relazione lunga, duratura e felice sia un vero e proprio toccasana, ma deve appunto essere felice.

Le relazioni lunghe, ma tese, litigiose, complicate, come si può ben immaginare non sortiscono lo stesso effetto. Secondo loro è quindi meglio una sana rottura piuttosto che un lento logorio e trascinamento.

Le soluzioni in casi di questo genere non possono essere che solamente due: o si sistemano le cose, si raggiunge una migliore sintonia, ci si riavvicina e riappacifica affrontando i problemi altrimenti è meglio lasciar pedere, chiudere la relazione e andare ognuno per la propria strada.

Questo non vuol dire che ci si deve separare alla prima difficoltà, al contrario. Una relazione lunga può essere non solo salutare, ma anche molto molto soddisfacente. Trovare con il partner la giusta intesa è come una magia che si deve creare.

Spesso parlano di quanto siano importanti un buon dialogo, il comunicarsi tutto, non avere segreti e profonda fiducia uno nell’altra. Senza queste basi tutto diventa più difficile e il rapporto si logora in fretta.

Al giorno d’oggi poi entrambi si lavora, la vita porta a consumare tutto di fretta e certo non invoglia a rapporti e scambi emozionali profondi. Sposarsi, ma anche solamente stare in coppia, dovrebbe avere una valenza più radicata e intensa.

Se non si sta bene insieme è giusto lasciarsi, succede di vedere nell’altro qualcosa e poi non trovarlo effettivamente, ma quando ci si innamora davvero, tanto da voler condividere in tutto e per tutto la vita, vale la pena di fare di tutto per non perdere questa unione. Voi che ne pensate?

(photo credits | gerardnadal)

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>