Matrimonio, stabilire un budget con i genitori

di Marina 1

Oggi mi sposo. Beh, forse non sono proprio queste le parole che si dicono al momento di prendere la decisione di convolare a nozze, ma potrebbero assomigliarci. Io ricordo una tenera scena tra Julia Roberts e Richard Gere nel film “Se scappi ti sposo” quando lui le fa la proposta in modo, secondo lui poco romantico.

Anche se si è fidanzati oppure ci si considera anche solo una coppia, ricevere una proposta di matrimonio in piena regola può sbalordire ed emozionare. È bellissimo e ci si gode il momento.

In seguito però arriva la parte organizzativa e per farlo bisogna decidere, o meglio, stabilire quanto si può spendere per organizzarlo. Farlo è di vitale importanza perchè permette di evitare brutte sorprese e indebitarsi.

Una delle prime cose da fare è informare i propri genitori della decisione di sposarsi e vedere con loro come e quanto possono contribuire. Non dal punto di vista che sono obbligati a farlo o si devono sentire costretti, ma solamente per capire come fare.

Spesso i genitori si offrono di pagare le spese. C’è chi ne ha le possibilità e quindi lascia spazio a tutti, chi invece deve stabilire una cifra. Sapendo su quanti fondi si può contare diventa anche più semplice organizzare e scegliere.

Inevitabilmente ci si orienterà verso soluzioni meno costose. Questo non vuol dire che saranno meno bello, semplicemente che si starà più attenti alla spesa. Le prime cose che andranno eliminate sono il wedding planner, i consulenti, i fioristi di grido, l’auto stupenda a noleggio.

Fate una lista delle cose che sono necessarie e un’altra di ciò che vi piacerebbe, la prima realizzatela, la seconda fatelo solamente se vi crescono dei soldi oppure trovate qualcuno che ve la dà senza farvi pagare. Mai pensato alle Banche del Tempo? Alcune coppie hanno utilizzato questo sistema per non spendere soldi.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>