Beltrame-Quattrocchi: dieci anni fa i primi coniugi beatificati

di Giulia Ferri Commenta

In questi giorni ricade il decimo anniversario della beatificazione dei coniugi Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi, la prima coppia sposata ad essere stata beatificata dalla Chiesa Cattolica. Aldilà del significato religioso, sono le parole di Giovanni Paolo II nell’ottobre del 2001 che sottolineano l’importanza del cambiamento:

Non può più essere accettabile che venga negato il giusto riconoscimento alla santità silenziosa e normale di tanti padri e madri.

Cosa fecero di straordinario Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi? Di loro si dice che non abbiano fondato ordini religiosi, ne abbiano avuto esperienze mistiche o apparizioni. Ce lo spiega Enrichetta, l’ultima dei quattro figli:

Non facevano niente di straordinario, ma tutto quello che facevano, lo facevano straordinariamente bene, se pensiamo all’apostolato silenzioso che faceva mio padre nel suo ambiente. Mia mamma, tutto un altro tipo di attività spirituale, nel senso che lei scriveva molto, sia a vantaggio delle mamme al fine di educare bene i figli e sia da un punto di vista di ascesi.

Eppure qualcosa di straordinario è successo. Gilberto Grossi, oggi Un neurochirurgo affermato, all’età di dieci anni viene colpito da una serie di emorragie e disturbi intestinali che lo invalidano in maniera irreversibile. Mentre trascrive una lettera a casa dei Beltrame-Quattrocchi chiede di realizzare tre desideri: di essere guarito, di laurearsi e di sposarsi. Le tre suppliche verrano esaudite.

I coniugi Beltrame-Quattrocchi sono vissuti agli inizi del ‘900 a Roma. Hanno consacrato la loro vita ai principi del Vangelo e alle istanze della società di allora e hanno educato i loro figli sulla base degli stessi valori: due di loro, Cesare e Filippo, sono diventati sacerdoti, Stefania, la secondigenita, è diventata suora benedettina, mentre Enrichetta è consacrata laica.

 

Il matrimonio dunque non è soltanto un sacramento, ma un veicolo che può condurci a Dio nella pienezza del suo progetto. Aldilà delle convinzioni personali ci sembra doveroso tentare di esplorare tutte le sfaccettaure del tema matrimonio con il doveroso rispetto, sia se parliamo di matrimoni religiosi, cattolici e non, sia se parliamo di matrimoni gay.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>