Le acconciatura da sposa per un matrimonio invernale

di Anna Maria Cantarella Commenta

Tiare, gioielli e cristalli sui capelli al posto dei boccioli di fiori.

Fino a qualche anno fa il periodi ideali per il matrimonio erano sicuramente la primavera e l’autunno. Oggi invece i matrimoni invernali sono molto gettonati e anche gli stilisti si cimentano nelle proposte per la sposa invernale, con abiti da sposa arricchiti da coprispalle caldi e accessori per capelli a tema.

L‘acconciatura da sposa per un matrimonio invernale deve sempre curata in ogni dettaglio ma l’effetto complessivo deve essere molto naturale. I capelli si possono portare raccolti in eleganti e tradizionali chignon oppure lasciati sciolti sulle spalle, ma l’importante è che gli eventuali ricci non siano troppo impostati.
A dare carattere all’acconciatura ci pensano gli accessori preziosi: tiare, spille e fermagli gioiello, che in inverno sono decisamente preferibili ai fiori freschi, adatti solo a un matrimonio primaverile ed estivo.

La sposa d’inverno può giocare carte diverse rispetto a chi si sposa in estate. Ad esempio si può puntare a un look più fascinoso, da principessa di ghiaccio, con un’acconciatura adornata di gioielli preziosi invece che da boccioli di fiori. Le spille, le tiare e i fermagli gioiello possono aiutare a rendere questo effetto e non sono adatti solo a chi ha molti capelli e lunghi, ma anche a chi ha scelto un’acconciatura da sposa con capelli corti, medi o di qualunque lunghezza.

Se poi avete un taglio troppo corto, potete provare le extension – meglio se rimovibili – o puntare su un pettine gioiello da appuntare a un lato della testa, oppure ad una spilla da appuntare sulla parte bassa della testa, vicino al collo. L’unica cosa che dovete considerare è che il vostro look, seppure curato, dovrà essere molto naturale. Per il resto non ci sono limiti da rispettare.

Photo Credit| Pinterest

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>