Tiger Woods, divorzio da 750 milioni di dollari

di Giulia Ferri Commenta

Il grande Tiger Woods costretto a impattare sul terreno più insidioso mai incontrato, nemmeno sui green che l’hanno consacrato tra i migliori golfisti di tutti i tempi.

Non lo vedremo risolvere la sua partita come quel funambolico putter alla 16ma buca dell’Augusta Masters 2005, semmai questo assomiglia al più sonoro degli O.B. semmai gli sia capitato giocando.

Parliamo dell’assegno che dovrà staccare a sua moglie Elin Nordegren per la sentenza di divorzio che gli costerà ben 750 milioni di dollari.

La notizia ci lascia sbalorditi non tanto per la cifra record – che polverizza il precedente di 150 milioni di dollari che Michael Jordan ha dovuto versare nel 2008 alla moglie Juanita Vanoy – quanto per la situazione che i più si ricordavano con il matrimonio quasi in salvo, con lui che aveva chiesto scusa in pubblico e aveva promesso di “disintossicarsi” dal sesso e lei che lo avrebbe riaccettato in casa con tante scuse.

Pare che a far ritornare la moglie sui suoi passi sia stato il disgusto per una pubblicità concessa da Tiger alla nike, in cui lui appare in primo piano del golfista con il padre Earl, morto nel 2006, che lo rimprovera.

Se da una parte Woods è stato metaforicamente “mazziato” da un driver dall’altra ha potuto contare su una moglie che non ha voluto inscenare una sorta di Kramer contro Kramer.

Tiger potrà infatti vedere i suoi figli 3 volte a settimana, senza la presenza di altre donne a eccezione di una nuova consorte.

In più per tutelare l’immagine di Tiger Woods e indirettamente anche quella dei figli lei ha promesso di non pubblicare nessun libro scandalo o concedere interviste a tabloid o talk show.

Il grande Tiger può ritenersi di aver salvato la reputazione.
Ma probabilmente le sue vicende personali hanno pesato talmente sulla sua carriera che l’interruzione momentanea potrebbe trasformarsi in un addio definitivo.

E intanto ecco per lui un altro divorzio – per giunta via sms – con il suo coach Hank Haney.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>