Due sposi turchi festeggiano il matrimonio con 4.000 profughi siriani

di Federica Guarneri Commenta

Invece del tradizionale banchetto nuziale, una coppia di Kilis ha voluto condividere la propria felicità con i meno fortunati, in fuga dall’Isis. Niente festa di nozze dunque per i due sposi turchi che hanno voluto festeggiare il proprio matrimonio invitando a banchettare con loro 4.000 profughi siriani.

CLk_fYGWUAAjk3-

Ali Uzumcuoglu e la novella moglie hanno rinunciato alla tradizionale festa di matrimonio, organizzando una grandissima mensa per i profughi in fuga dall’Isis. I due si sono sposati la scorsa settimana nella provincia di Kilis, al confine con la Siria, zona  in cui vivono migliaia di profughi siriani e dove è attualmente in costruzione un nuovo campo per 55mila persone, per accomodare l’ultimo arrivo massiccio di gente in fuga dall’Isis dalla provincia confinante di Azaz. I matrimoni turchi durano tradizionalmente dal martedì al giovedì, con un banchetto finale l’ultima notte, ma questa coppia ha deciso di cambiare la tradizione.

Noi speriamo che questa sia la prima di altre cene con i nostri fratelli siriani

Queste le parole del padre dello sposo che ha voluto lanciare un messaggio di solidarietà che il mondo intero ha apprezzato, mentre la Turchia bombarda sia l’Isis che i curdi e dopo oltre quattro anni di conflitto in Siria e, purtroppo, una soluzione non sembra vicina. Tutti gli invitati al matrimonio hanno partecipato, guidando i furgoni fino al campo profughi, mentre la sposa con velo bianco e hijab ha distribuito il cibo alle famiglie siriane. Un gesto di grande solidarietà, un matrimonio solidale fuori dagli schemi, con ben 4000 invitati che ricorderanno queste nozze per sempre.

Photo credits | Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>