Accessori sposo: In & Out

di Valeria 2

Lo sposo? Uno dei protagonisti indiscussi nel giorno delle nozze. E se l’abito di lui richiede una serie di accorgimenti importanti, attenzione anche agli accessori da sposo, piccoli dettagli da indossare o da dimenticare in fondo al cassetto. Cediamoli insieme.

Cravatta: proposta in diverse alternative, lo sposo può scegliere quella classica, solitamente di colore grigio, in seta jacquard con piccolissimi disegni ma dalla scelta della tonalità variegata. Una regola su tutte: la cravatta non deve risultare eccessivamente chiassosa. Di moda anche il plastron, cravatta leggermente più lunga che va annodata con un solo passaggio all’esterno e fermata al centro con una spilla.

Gemelli: in commercio ce ne sono di tanti tipi. Si va da quelli lisci a quelli con pietre in oro bianco, passando per quelli in giallo o platino. Da preferire, nel giorno del sì, quelli in oro giallo e non smaltati.

Calze: rigorosamente lunghe. Cotone o cotone-seta per matrimoni in estate e primavera, lana o cachemire per le celebrazioni in autunno e inverno.

Bastone, cilindro e guanti: tre accessori da scegliere in caso di cerimonie più eleganti e formali. Il bastone deve essere di medie dimensioni in legno scuro o chiaro. Il cappello a forma di cilindro deve essere tolto all’ingresso della Chiesa e va coordinato al vestito. Anche i guanti vanno tolti all’ingresso. I più adatti risultano essere quelli in camoscio chiaro o scuro.

Cintura: sempre e comunque da abbinare al materiale e al colore delle scarpe.

Cappotto: concesso nei mesi invernali più freddi, esclusivamente se presenta un taglio classico. Vietato indossarlo durante la celebrazione del matrimonio.

Gioielli: nel giorno del matrimonio, pochi gioielli sono concessi allo sposo. Tra questi, un sobrio ed essenziale fermacravatta. Più originale, il cipollotto con catena dalla tasca del gilet. L’orologio da polso? Sì, solo se sobrio e classico. Meglio evitare eventuali percing, orecchini e anelli decisamente non in linea con la tradizione, così come laccetti, catenine e ciondoli che non devono mai e poi mai trasparire dalla camicia.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>