Matrimonio Aniston-Theroux, 21 milioni di dollari per mantenere il segreto

di Federica Guarneri Commenta

Dopo ben 4 anni di attesa, 4 anni di paparazzi pronti a immortalare il momento e dopo 4 anni di annunci e smentite, alla fine Jennifer Aniston ha organizzando un matrimonio segreto e inaspettato proprio in casa sua. L’attrice è ufficialmente sposata con Justin Theroux, ma questo lieto fine è costato veramente e letteralmente caro alla coppia che ha speso una cifra spropositata per realizzare il tutto mantenendo il segreto.

87th Annual Academy Awards - Arrivals

Secondo fonti certe, Jennifer Aniston e Justin Theroux organizzavano ormai da mesi questo matrimonio segreto, arrivando al punto di acquistare, per oltre 10 milioni di dollari, una villa vicino alla tenuta della diva. Questa casa è stata trasformata nel quartiere generale delle nozze, un magazzino segreto riempito nei mesi di tavoli, sedie e decori. I vicini pensavano semplicemente che la casa fosse stata acquistata da nuovi inquilini che, pian piano trasportavano i loro mobili con camion del tutto anonimi.

Lo staff coinvolto nei trasporti non sapeva per chi lavorava, nessuno tra gli operari aveva il permesso di tenere con sé telefoni cellulari durante le ore di lavoro e il materiale è stato spostato all’interno della tenuta della Aniston attraverso una plancia mimetizzata che collegava le due abitazioni. Ellen DeGeneres, Howard Stern, Lisa Kudrow, Sia, Emily Blunt, John Krasinski, Terry Richardson, convinti di partecipare a una festa a sorpresa per i 44 anni di Justin, hanno potuto festeggiare con Jennifer e suo marito il giorno più bello della loro vita. Jennifer Aniston è riuscita  dunque a raggirare paparazzi e media, realizzando per se e il suo sposo una cerimonia perfetta spendendo 21 milioni di dollari.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>