Matrimoni gay, a Napoli celebrato un “patto d’amore”

di Valeria Commenta

matrimoni-gayUn patto d’amore tra persone dello stesso sesso in Campania sancito dalla Chiesa Cristiana Ecumenica, Cattolica, Apostolica,  ente di culto nato nel settembre dello scorso anno e che riunisce soprattutto fedeli omosessuali, conviventi, separati e divorziati esclusi dai sacramenti.

Scopriamo più dettagli. Protagonisti del ‘matrimonio‘, una coppia omosessuale del napoletano di 40 e 39 anni, che ha deciso di pronunciare il fatidico “si” davanti ad Aniello D’Angelo, ex diacono nella frazione di Palinuro del Comune di Centola e fondatore dell’ente di culto.

La cerimonia del “patto d’amore” si è svolta nell’abitazione della coppia ed è stata segnata dalla promessa e dallo scambio delle fedi davanti ad una piccola folla di parenti e amici che si sono ritrovati, al termine della funzione, in un ristorante di Napoli per il pranzo nuziale.

D’Angelo ha poi commentato:

La celebrazione del patto di amore segna un evento di portata storica, anche per la Campania. Ho la speranza che quanti soffrono in silenzio la discriminazione sociale e religiosa possano sentirsi accolti ed amati secondo il comando e l’esempio di Gesù, che non è venuto per condannare alcuno, ma per accogliere quanti vogliono seguirlo e vivere i propri sentimenti, nella propria condizione identitaria.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>