Panico da matrimonio: come combattere i brufoli inaspettati

di Lorena Scopelliti Commenta

combattere brufoli matrimonio

Quando il matrimonio è imminente può succedere davvero di tutto: compreso che in piena fronte o guancia compaia un maledetto brufolo rosso, gonfio e dolorante. Capita, eccome: lo stress e il panico da matrimonio possono giocare brutti scherzi, anche ben peggiori.

Coliti, nevralgie, emicranie, stitichezza cronica, sfoghi cutanei, herpes: i brufoli, in effetti, sono il male minore, ma certamente è tra i mali più fastidiosi. Come fare, dunque, se un’eruzione improvvisa rovina il nostro viso proprio a ridosso della data fatidica?

Per prima cosa: niente panico e niente gesti sconsiderati. Non avvicinatevi minimamente al piccolo vulcano con l’intenzione di strizzarlo, perché sarebbe peggio, molto peggio. Si arrosserebbe ancor di più, con il risultato di ingigantirsi di volume e peggiorare in termini di colorazione. Se il mostro cutaneo fa la sua apparizione qualche giorno prima del matrimonio sfiammatelo tamponando la parte con un dischetto di cotone imbevuto di idrolato di hamammelis o camomilla.

Sarebbe meglio consultare il dermatologo prima di ricorrere a preparati farmaceutici a base di cortisone o antibiotico: fatevi consigliare anche dal farmacista, che vi dirà anche la posologia e il modo migliore per utilizzare la lozione. Il tea tree oil è un alleato prezioso sia sottoforma di gocce (quindi puro) che in stick o crema. Gli unguenti alla propoli sono ugualmente efficaci in termini di miglioramento del gonfiore e arresto della prolificazione dei batteri.

Se l’inestetismo compare troppo tardi è inutile disperarsi e accanirsi contro il fato e il destino: armatevi di pazienza e di un buon kit di correttori e fate un buon lavoro di camouflage, la salvezza di tutte le donne. Non è certo facile, perché utilizzare troppo prodotti ed esagerare con le quantità non fa altro che rendere più evidente il brufolo. Il video all’interno dell’articolo è da conservare gelosamente tra i preferiti: come vedete non è impossibile camuffare rossori e segni evidenti. In generale è sempre meglio applicare prima il fondotinta e poi cominciare a costruire il camouflage con i concealer appositi: verde per eliminare l’alone rosso e beige carne (il più possibile simile alla nostra carnagione) per mimetizzarlo con il resto dell’incarnato.

Photo credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>