Richard Gere, voti del matrimonio

di Marina 1

Richard Gere è ritenuto uno degli uomini più affascinanti di Hollywood e con gli anni e i capelli bianchi che gli danno quell’aria matura ancora di più. Dal 2002 è sposato con Carey Lowell, ma sono insieme da molto più tempo ed è diventato buddista. A guardarlo trasmette una gran serenità.

Oltre ad aver fatto tantissimi film è anche testimonial di alcune pubblicità ed è apparso in documentari sul Tibet, culla del buddismo e dove si trovano i templi rimasti di questa antica religione. Grazie alla sua immagine e popolarità porta al mondo le sue convinzioni politiche e religiose, sostenendo la causa tibetana e il Dalai Lama.

Il suo primo matrimonio, ed è di questo di cui scriviamo i voti, avvenne nel 1991 a Las Vegas. Sposò la famosa Cindy Crawford da cui poi si separò nel 1995. I voti del loro matrimonio sono belli e parlano di Dio, quindi all’epoca lui doveva essere ancora cattolico.

Ecco i voti del loro matrimonio, semplici e precisi, per entrambi gli stessi. “Io Richard/Cindy, prendo te come amica, come compagna da amare da onorare e amare finchè vivremo”.

Il discorso fatto dall’officiante al matrimonio: “L’amore è paziente e gentile, non conosce la gelosia, non si dà orgoglio. Non è mai irritato e risentito e non può essere felice se gli altri vanno male o se diventa male. L’amore è guidato dalla bontà ed è sempre desiderosi di credere nel meglio e nella speranza.

Per il suo secondo matrimonio con Carey Lowell non abbiamo fonti che ci riportino le parole che i due si sono scambiati o la descrizione della cerimonia. Le loro nozze sono avvenute in segreto. I due hanno un figlio, Homer James Jigme Gere, nato nel 2000. Il nome “Jigme” in tibetano significa “senza paura”. Ritenuto ancora un sex symbol ha una vita tranquilla e il suo privato e la famiglia non sono mai sotto la luce dei riflettori, nonostante anche la moglie sia un’attrice.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>