Pisa, abito da sposa realizzato con i rifiuti per un eco matrimonio tutto italiano

di Missunderstanding 2

In Italia i matrimoni all’insegna dell’ecologia non sono così frequenti come in America, ma sono sempre di più le storie di sposi che optano per la sostenibilità in alcuni aspetti dell’organizzazione del . Un bellissimo esempio arriva da San Miniato, un piccolo comune della provincia di Pisa, grazie alle nozze di Elena e Antonio.

La coppia ha voluto dare il buon esempio scegliendo per la sposa un abito molto particolare: Elena, nel giorno delle sue nozze, ha indossato un abito da sposa realizzato con più di 100 rifiuti diversi, cuciti insieme fino a creare l’abito nuziale. La creazione di riciclo artistico dell’abito da sposa ecologico di Elena è stata affidata all’arte di Angela Nocentini, docenti presso l’Accademia delle Belle Arti di Firenze. L’originale abito da sposa è stato realizzato riutilizzando materiali di scarto di vario tipo, da pezzi di cd a bulloni, da fili elettrici a tappi di plastica, cuciti insieme per creare l’abito da sposa di Elena.

Elena e Antonio hanno scelto di dare il buon esempio attraverso la scelta dell’abito, prodotto interamente con materiali destinati allo smaltimento. La scelta di Elena è Antonio è stata una scelta consapevole, orientata ad uno spirito ecologico che già appartiene alla coppia di novelli sposi, dato che Antonio lavora nel settore dello smaltimento dei rifuti. Ringraziamo la coppia che ha dato l’esempio anche in Italia e speriamo che siano sempre di più gli sposi che scelgono un eco matrimonio, per il bene dell’ambiente!

via | GreenMe

Commenti (2)

  1. You completed a few fine points there. I did a search on the subject and found nearly all people will go along with with your blog.

    http://engatirunelveli.com/cat/blood-banks/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>