Il tableau e l’assegnazione dei posti a tavola

di Valeria 3

tavolo sposiBene, tutto pronto. La decisione della location per il ricevimento di nozze è stata presa. E nel caso si sia optato per un banchetto seduti, un pranzo o una cena, sarà necessario assegnare i posti a tavola con un certo criterio.

Non pensate infatti che si tratti di una scelta facile quella del tableau. Occorrerà infatti stare attenti alle disposizioni, rispettare simpatie ed eventuali antipatie dei presenti e non creare alcun tipo di imbarazzo.

Innanzitutto, sappiate che di solito è la coppia di sposi a fare questo tipo di studio. Nessuno infatti, meglio di loro, conosce gli invitati.

L’assegnazione dei posti a tavola, poi, deve essere organizzata almeno 20 giorni prima della data del sì in modo da dare il tempo necessario al catering o al ristorante di organizzare il numero dei tavoli e la relativa disposizione. Uno o due giorni prima del matrimonio, non sarebbe poi male rivedere le scelte e confermare il tutto.

Qualche consiglio: meglio tenere unite le famigliole con i bambini in modo da permettere alle mamme di controllare costantemente i propri figli. Quanto ai single, invece, sarebbe carino farli accomodare tutti a uno stesso tavolo. Vuoi mai che un pranzo di matrimonio diventi pure galeotto…

Altri dettagli: solitamente a un pranzo di nozze si preferiscono tavoli tondi da 6, 8, 10 fino ad un massimo di 12 persone in modo da permetter a tutti i commensali di conversare tra di loro. Gli sposi, invece, siedono al centro della sala ove potranno essere visti da tutti. I dettagli in più, come le posate da dessert personalizzate per gli sposi, non possono che arricchire il banchetto.

La tradizione, inoltre, vorrebbe gli sposi insieme a genitori e testimoni, con una disposizione che segue le normali regole del galateo. Vediamole:

– alla sposa spetta il posto d’onore;
– alla sua sinistra siederà lo sposo;
– uomini e donne si alterneranno negli altri posti a tavola;
– a destra della sposa siedono il padre dello sposo, una testimone, il padre della sposa e un’altra testimone secondo questo ordine;
– a sinistra dello sposo siedono la madre della sposa, il sacerdote, la madre dello sposo e altri due testimoni.

Commenti (3)

  1. Tableau disegnati ! Tu racconti e Donatella vi disegna !

    Un’idea un po’ diversa dal solito per trasformare il tableau in un vero e proprio ‘pensiero disegnato’ creato per gli sposi.
    Può rappresentare i luoghi della cerimonia, le tappe della storia d’amore, il viaggio di nozze, gli hobby e passioni ( sport, motori, … )
    E poi, terminata la cerimonia, rimane un ricordo per tutta la vita.

  2. Hi there, You have done a great job. I’ll certainly digg it and personally recommend to my friends. I’m sure they will be benefited from this website.

    http://engatirunelveli.com/cat/post-office/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>