Bon Jovi canta Living on a Prayer a un matrimonio (VIDEO)

di Anna Maria Cantarella Commenta

Cosa ne direste se all'improvviso, al vostro matrimonio, Jon Bon Jovi cominciasse a cantare una delle sue famose canzoni?

E’ successo ad un matrimonio privato celebrato in Florida all’inizio di luglio. Bon Jovi era stato invitato al ricevimento e sedeva tra gli ospiti quando il gruppo musicale scelto dagli sposi ha iniziato a intonare la sua famosissima canzone “Living on a prayer“. A metà del pezzo, anche Bon Jovi inizia a cantare con una performance assolutamente a sorpresa che ha fatto praticamente il giro del mondo in quanto la notizia, e il video in cui Bon Jovi si diverte a cantare la sua canzone in giacca e cravatta, è stata ripresa da numerose testate giornalistiche americane.

Questo speciale momento è stato immortalato in un video postato su Youtube, e la performance nella sua estrema naturalezza e semplicità ha stupito non solo i tanti fans di Bon Jovi ma anche lo stesso cantante, che partecipava al matrimonio solo come invitato. Piano piano la cantante jazz Lourdes Valentin si è avvicinata a Bon Jovi a metà della canzone e lo ha invitato a proseguire a cantare. Bon Jovi, all’inizio riluttante, si butta volentieri nell’esecuzione di “Living on a Prayer” mandando in visibilio tutti gli invitati che hanno assistito alla performance cantando a squarciagola.

La cantante Valentin ha poi spiegato ai giornalisti che sapeva bene della presenza di Bon Jovi al matrimonio e che aveva preparato il pezzo “Living on a prayer” proprio in suo onore. Inizialmente, prima del party, aveva chiesto a Bon Jovi se avrebbe voluto eseguirlo ma lui si era rifiutato. Alla fine invece, ha accettato con piacere di fare questo graditissimo regalo agli sposi: di sicuro originalissimo rispetto alla classica musica da matrimonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>