Il bon ton dei confetti da matrimonio

di Valeria 2

Torniamo a parlare di confetti. Ricordate l’excursus sulla storia di queste prelibatezze? La nascita al tempo dei Romani, una bontà di mandorla, miele e farina, poi la rivoluzione dello zucchero nel tardo Quattrocento quando iniziarono i commerci con le Indie.

Confetti, elementi importanti di pranzi e cene solenni. Delizie di tutti i colori: bianco per rappresentare la purezza della sposa, rosa o celeste per i battesimi, quelli d’argento e ore per gli anniversari di matrimonio, e così via.

Bne, il confetto oggi la fa da padrone in una città come Sulmona che porta avanti questa tradizione da anni e anni. E oltre ai confetti classici, bianchi alla mandorla Avola, zucchero e vaniglia, la storica azienda Pelino della zona arriva a realizzare ad esempio anche 70 tipi diversi di confetti. Tra i tanti, i recenti confetti lilla per i matrimoni gay che prendono il nome di ‘Gay Bride’ alla mandorla California.

Poi ci sono quelli ripieni al pistacchio di Bronte, all’amarena, alla gelatina di frutta, al marzapane e ancora i ‘dragees’, praline che nascondono un’anima di nocciola e mandorla rivestite di cioccolato e vari gusti e non confettate.

Le forme? Anche lì ci si può sbizzarrire. Avete mai visto confetti a forma di fede nuziale? Sappiate che esistono. Oggi comunque la tradizione riguardo il matrimonio impone che i confetti siano confezionati negli appositi sacchettini di velo per essere consegnati ad amici e parenti, accompagnando il tutto alla bomboniera.

Il numero dei confetti di matrimonio da inserire in ciascun sacchettino deve essere sempre dispari – solitamente 3 o 5 – perché sta a significare indivisibilità, e con loro un bigliettino recante i nomi della sposa e dello sposo oltre alla data del matrimonio.

I più golosi, inoltre, sapranno bene che i confetti potranno essere assaggiati anche durante il ricevimento. Gli sposi andranno infatti a riporli su fazzoletti di lino adagiati in contenitori d’argento, avendo cura di distribuirli sfusi con un apposito cucchiaio per i vari tavoli degli invitati.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>