Matrimonio, il social media consierge sostituisce il wedding planner

di Federica Guarneri 1

In Italia i matrimoni celebrati diminuiscono in maniera notevole (-15,9% in un solo anno), ma aumentano le attività lavorative legate alle nozze e il loro business. Considerando, ad esempio, le imprese che operano nel settore dell’organizzazione della cerimonia, come i wedding planner, le aziende specializzate in confezionamento e vendita di abiti da sposa e bomboniere e  quelle che si occupano del catering per gli eventi, il giro d’affari in Italia vale circa 7 miliardi di Euro. Oggi, a proposito di questo, vi presentiamo una nuova figura lavorativa che negli USA sta già spopolando.

Bride with groom and his friends taking selfie

Insomma come nel film “Prima o poi mi sposo”, sembrerebbe meglio lavorare intorno, e dentro, i matrimoni piuttosto che compiere il grande passo. Negli Stati Uniti è nata, già da qualche tempo, la figura del social media concierge che realizza tweet e post in tempo reale durante cerimonia e ricevimento sui canali degli sposi. Molte coppie scelgono di creare un hashtag per Instagram e Twitter, altri di realizzare un sito web che possa raccontare, passo dopo passo, ogni momento vissuto dagli sposi nel percorso che li condurrà poi all’altare. La social media consierge (o social media manager per le aziende) si occuperà di dar vita a tutto questo e gestire nel migliore dei modi ogni canale dello sposo o della sposa e quelli creati per l’occasione.

Questa figura professionale è molto attiva e ricercata nella città di New York, dove alcuni hotel mettono a disposizione una social media manager che possa seguire gli sposi passo dopo passo. Nella grande mela il prezzo per un servizio di questo tipo si aggira intorno ai 3 mila dollari, sicuramente meno di quanto si possa spendere per ingaggiare un wedding planner.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>