Chiedere la mano al padre della sposa. Si usa ancora?

di Giulia Ferri Commenta

Muoia io, così come ho vissuto tutta la vita. Abbandonato e solo in mezzo a estranei che cercano di ferirmi, di umiliarmi, di tradirmi. Muoia io con tutti i filistei

Perchè rispolveriamo il mito di Sansone per introdurre l’argomento dell’usanza di chiedere la mano al padre della sposa?

Sansone partì per chiedere la mano di una delle figlie dei Filistei, offrendo loro il miele del leone, ma proprio l’indovinello che l’eroe bibblico propose al banchetto sulla provenienza del miele gli procurerà la morte per mezzo del tradimento di Dalila con il taglio dei capelli.

E’ solo una delle testimonianze più antiche di un’usanza radicata in tantissime culture ed epoche. Una tradizione che i tempi moderni hanno ben presto messo al bando perchè indentificata erroneamente con il matrimonio per interessi, voluto dalle famiglie per ragioni economiche o di consolidamento di potere.

Se continua a resistere l’usanza di chiedere la mano della sposa direttamente all’amata, alimentata dalla moda di trovare gesti sempre più originali e esibizionisti, dall’altra chiedere la mano al padre della sposa è un atto caduto in disuso in quasi tutti i paesi d’Italia.

Questi andamenti opposti sono dovuti a una nuova visione sociologica del matrimonio in cui gli sposi diventano i protagonisti assoluti – e avvolte anche solitari – di un momento che dovrebbe coinvolgere tutto il nucleo familiare, principalmente il padre della sposa che da in consegna la figlia da sempre protetta e accudita. Accade così che sotto il modello de L’uomo che non deve chiedere mai ci si disinteressi perfino di darne la comunicazione (visto che il matrimonio dettato alla concessione del padre è crollato con la rivoluzione sessuale avvenuta tra i tardi anni sessanta e i primi anni settanta).

I nuovi promessi sposi pongono il matrimonio religioso in un piedistallo per volerlo distinguere dalla convivenza o dal matrimonio civile e non riconoscono il valore delle figure familiari del coniuge, come presenze costanti anche dopo il taglio del cordone ombellicale.
Fateci sapere se da Voi resiste il mito di chiedere la mano al padre della sposa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>