Matrimonio, tradizioni dal mondo

di Marina 3

Il mondo è bello perchè è vario dice un detto e in questo ci può essere molto di vero anche per quanto riguarda il matrimonio. In alcune situazioni lo si dice con un pizzico di ironia, in altre quasi con ammirazione. Se tutto fosse uguale a tutto chissà che noia!

Essendo le tradizioni e le credenze tanto dissimili tra loro gli aneddoti sul matrimonio non possono che essere i più vari e anche le credenze che lo accompagnano. Vediamone alcune, un pò per divertirci, un pò per sdrammatizzare quello che potrebbe essere un momento davvero teso e nervoso.

Lo sapevate che in Inghilterra trovare un ragnetto nascosto nelle pieghe dell’abito da sposa pare porti fortuna? Di contro non la porta sposarsi di sabato. Il miglior giorno per convolare a nozze sull’isola britannica è il mercoledì. Un pò ovunque la sposa bagnata dalla pioggia è sintomo di fortuna.

Nella cultura greca dello zucchero nei guanti della sposa porterà ad un matrimonio “dolce”! A chi si sposa nella repubblica Ceca non tirano il riso, ma i piselli. In marocco la sposa si purifica prima del matrimonio facendo un bagno nel latte, mentre in Medio Oriente le spose si dipingono mani e piedi con disegni per scacciare i malocchio e la cattiva sorte.

L’uso del velo è nato ai tempi degli antichi romani e greci, scacciava gli spiriti maligni. Per assicurarsi un matrimonio fortunato e fertile in Olanda piantano un pino nel giardino di casa. Tantissime sono le tradizioni che vengono ripetute nel corso degli anni e fanno parte del vissuto di ogni popolo, della sua cultura.

Da qui nascono le tradizioni e le credenze, nonchè gli aneddoti su ciò che può accadere quando non si rispettano. A seconda della religione e della nazione si scelgono colori, fiori, anelli. Sapete ad esempio perchè la fede e l’anello di fidanzamento si portano sull’anulare sinistro? Perchè nell’antichità credevano che da quel dito vi fosse una vena che andava diritta al cuore.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>